Assistenza al Pasto

Pasti assistiti nei pazienti affetti da disturbi dell’alimentazione e
obesità
I pasti assistiti sono stati per la prima volta introdotti nel 1985 per superare questi problemi e negli
anni successivi sono diventati la procedura centrale di tutti i trattamenti riabilitativi dei disturbi
dell’alimentazione .
Il pasto assistito prevede che il paziente sia assistito da una dietista per superare gli ostacoli
all’assunzione di nutrienti. Ciò che l’alimentazione assistita tratta esattamente dipende dalla natura
dei problemi del paziente, ma di solito affronta il non mangiare abbastanza (per recuperare peso), il
non mangiare una gamma ragionevole di cibo o il mangiare troppo ( per perdere peso) e troppo
velocemente o troppo lentamente .
L’operatore che assiste i pasti applica specifiche procedure per aiutare il paziente a mangiare che
hanno lo scopo di aiutarlo a ridurre l’ansia nei confronti dell’alimentazione e di farlo sentire in
controllo durante il processo di recupero/perdita del peso senza farsi influenzare dallo stato mentale
del suo disturbo dell’alimentazione.
Le procedure specifiche applicate includono l’educazione, e in caso di difficoltà, il supporto e il
mangiare in modo meccanico che consiste nel non farsi influenzare dai segnali interni (fame,
sensazione di pienezza), perché in un DA sono alterati e non sono una buona guida per decidere
quanto e come mangiare.
Il compito della dietista è di aiutare il paziente a utilizzare specifiche strategie e procedure
cognitivo-comportamentali per riuscire a consumare i pasti senza adottare rituali alimentari e senza
farsi influenzare dai pensieri e dalle preoccupazioni riguardanti l’alimentazione, il peso e la forma del
corpo.
I pasti assistiti, inseriti in un programma riabilitativo basato sulla terapia cognitivo comportamentale
migliorata, hanno dimostrato di essere in grado di determinare la normalizzazione del peso , trattare
la sintomatologia alimentare è fondamentale per lavorare sulle problematiche iniziali del DA.
La consulenza può essere fatta o direttamente a casa della paziente o al ristorante o pizzeria o fast
food, ecc.. a seconda delle paure da affrontare .

Ha una durata di 1 ora circa
il costo è di 70 euro .